giovedì 7 aprile 2011

Mare profumo di mare...

Con questa insolita calura estiva la mia astinenza da mare non mi lascia tregua.


PICI DEL PESCATORE:

  • Pici senesi (pasta fresca);
  • Gamberi;
  • Tonno fresco;
  • Salmone fresco;
  • Dentice fresco;
  • Seppioline;
  • Calamari;
  • Brodo di pesce;
  • Prezzemolo tritato;
  • Aglio tritato;
  • Vino bianco;
  • Olio;
  • Sale;
  • Pepe bianco;
Vi consiglio vivamente di farvi pulire e sfilettare il pesce dal pescivendolo: risparmierete tempo e pazienza. 
In una capiente padella dai bordi alti fate soffriggere l'aglio prestando attenzione che non si bruci, unite le seppie e i calamari ridotti a pezzettini e qualche mestolo di brodo (regolatavi nel numero di mestoli a seconda della quantità di pesce) e lasciateli cuocere il tempo necessario. Fate evaporare completamente il brodo, unite i filetti di pesce ridotti ad ordine in quest'ordine a due minuti circa l'uno dall'altro : prima il salmone, poi il dentice e poi il tonno; unite i gamberi sgusciati (io li preferisco "vestiti" ma così sono indubbiamente più "comodi"), fumate col vino e portate a cottura.
Lessate la pasta in acqua salata, scolatela al dente e saltatela in padella con il condimento aggiungendo il prezzemolo tritato e il pepe bianco secondo i vostri gusti (io ci ho messo anche un pò di peperoncino!).
Regolate di sale se necessario e servite.

5 commenti :

  1. so enjoy eat..
    so hot!!
    thank you for your doing....

    RispondiElimina
  2. C'è l'intero mare in questo piatto, complimenti!

    RispondiElimina
  3. You are welcome! Thank you!

    RispondiElimina
  4. Grazie Caterina, è proprio quello che ho cercato di fare!

    RispondiElimina
  5. deve essere buonissimo, poi "in bianco" lo preferisco :))

    RispondiElimina